venerdì, marzo 28, 2008

D505 a tutto cannello!




Ho rinnovato il baraccone (Dell D505). Dato che la debian 3.1 di prima mi sembrava troppo antica (veniva da una 2.2 mai formattata) ho optato per kubuntu. Con un processore Centrino da 1.6 Ghz e 1 giga di ram e una scheda video integrata intel sto facendo girare kubuntu 8.04 chiaramente in alpha, perchè a me le cose in beta fanno schifo, troppo stabili. E allora, per dare un'ulteriore colpetto di stupidità, ho installato la versione con KDE4 che si rinnova rispetto a KDE3 ma molte migliorie sono sotto il cofano, quindi non sono immediatamente visibili.

Cominciamo col dire che la versione di KDE4 è la 4.0.2, che corregge alcuni bachi. Ad esempio quello dello sfondo che, una volta impostato, diventava in pochi secondi bianchi, con un simpatico effetto fading. Poi però lo schermo rimaneva bianco. E ciò non era bello. Ora, con la 4.0.2 il bug sembra essere stato corretto.

Del KDE3 mi mancano le shortcut da tastiera, come meta+L per lockare la sessione e meta+giù per ridurre la finestra corrente a icona. Ma prima o poi trovo il metodo per farlo funzionare. EDIT: trovato, menu k --> computer → impostazioni di sistema → tastiera e mouse → scorciatoie della tastiera . Sembra funzionare sia meta+L per il lock, sia meta+giù per la minimizzazione della finestra attiva.

Una cosa molto positiva è che il wireless è addirittura meno complicato di windows o mac. Non sto scherzando. Il portatile che possiedo ha architettura Centrino prima versione e quindi possiede una scheda di rete ipw2100.

Per installarla basta andare su ipw2100.sourceforge.net e scaricare il pacchetto firmware versione 1.3. Scompattare i tre file con nome ipw2100-1.3* nella directory /usr/lib/hotplug/firmware . Se la directory non c'è, come nel mio caso, basta crearla con sudo mkdir -p /usr/lib/hotplug/firmware/ e il gioco è fatto.

Al prossimo riavvio noterete in dmesg questi messaggi:

ipw2100: Intel(R) PRO/Wireless 2100 Network Driver, git-1.2.2
ipw2100: Copyright(c) 2003-2006 Intel Corporation
ipw2100: Detected Intel PRO/Wireless 2100 Network Connection


E avrete magicamente un'altra interfaccia di rete.

Per essere sicuri che sia wireless e non una copia della ethernet (riconosciuta automagicamente da debian e kubuntu) basta digitare iwconfig
che elencherà le vostre interfacce di rete, recitando “no wireless extensions” riguardo alle interfacce di rete non wireless, mostrando invece decine di parametri per quelle wireless.

Interessantissima la funzionalità di gestione del wireless con un programmino geniale, KnetWorkManager.

Questo programmino, che penso appartenga ancora alla schiera di quelli per KDE3 (la versione è infatti la 0.2 using KDE3.5.9) , permette di gestire tutte le vostre reti ma a differenza di Kwlan e altri, configura correttamente wpa_supplicant con la vostra scheda di rete wireless.

Per chi non lo sapesse, wpa_supplicant è il componente del sottosistema ieee802.11 che fornisce la funzionalità di crittazione per l'accesso a reti con crittazione WEP, WPA e WPA2, sia in modalità Pre Shared Key (password di rete) sia con certificati (PEAP e altri).

In questo modo kNetWorkManager cerca le reti e vi mostra sia le componenti wireless che wired e vi permette una facile scelta di come volete connettervi.
Quindi non è più necessario avviare wpa_supplicant con configurazioni astruse in /etc/wpa_supplicant.conf , ora è tutto bellamente grafico e facilitato, se cercate di connetervi ad una rete con WPA non vi chiede più la chiave WEP, finalmente!

Punto di forza è il system center, o “impostazioni di sistema” che ricopia “un attimino” il centro di controllo di macosx con la selezione dei componenti da configurare e lo “spostamento” in un'area a destra per la configurazione del singolo componente. A parte la spudorata ricopiatura, sempre IMHO, il centro di controllo di KDE4 ora è molto più funzionale di prima, con i componenti divisi per aree: Aspetto, Personale, Rete e connettività, Amministrazione del computer.

Per quanto riguarda la pesantezza, io ho costantemente avviato un paio di pdf viewer (in okular), amarok e openoffice. Il risultato è un load medio attorno allo 0.36.

E con questo finisco la recensione di Kubuntu 8.04 e KDE4 (versione 4.0.2).


Le mie aggiunte personalissime sono:

hddtemp per la gestione della temperatura dell'hard disk

hotkeys per la gestione dei tasti funzione per l'audio con profilo inspiron8100

amarok2 giusto per provarlo (non è nemmeno una alpha, non accettano nemmeno bug reports)

Firefox per navigare lo reputo migliore di konqueror (comunque funzionale e stabile)

Video Lan a.k.a. VLC come lettore video perchè non ha bisogno di altro, funziona e basta

Desidero inoltre aggiungere che sto girando con risoluzione a 1400 x 1050 e la differenza è enorme, sembra di lavorare su di una workstation.

2 commenti:

spillo ha detto...

sembra relativamente positiva come recensione... ma dimmi, com'è esser costretti ai plasmoidi sul desktop invece delle classiche icone?

consiglieresti kde4 già ora o dici che è meglio aspettare luglio, con l'uscita della versione 4.1?

Jack ha detto...

è una cosa un pò diversa ma a me piace.

Ho scoperto qualche problemino con la sospensione e l'ibernazione che non vanno.

Mancano dal menu di spegnimento e se provo a chiudere lo schermo il sistema va in crash.

Se però do:

pmi action suspend

o

pmi action hibernate

funziona tutto.

Cercherò in /etc/acpi/suspend.sh e hibernate.sh quale può essere il problema ma sembrerebbe un problema non di driver video, perchè il sistema si pianta proprio.


Io ti consiglio di provare kde perchè mi sembra già stabile.