giovedì, settembre 13, 2007

Caro Umberto Rapetto...




Se questo è il segnale che diamo all'Italia stiamo freschi. (E scusate per il file .rm)

Ma freschi proprio:

"benvenuto Rapetto"
"buona giornata a voi e ai vostri ascoltatori"
"Allora Rapetto, quante spam ha ricevuto questa mattina?"
(Non è un refuso, ha detto proprio "quante spam")

"Beh devo dire una discreta dose, quasi fosse un rituale di carattere farmaceutico, la mia ventina di messaggi, nonostante i filtri posti in essere, sono comunque arrivati a bersaglio"

E questo dovrebbe proteggere l'Italia dalle frodi informatiche?
Che lui stesso riceve 20 e-mail al giorno di posta indesiderata, ma non al filtro sul server, ne riceve 20 nella casella.

Si potrebbe fare facile polemica dicendo che dato che all'indirizzo
della webmail della gdf risponde un simpaticissimo isaserver. Che evidentemente non funziona come dovrebbe.


Ma a fare male non è il fato che lui riceva 20 email di spam al giorno, no, quello lo posso accettare, non ce la fa poverino, anzi POVERINO! ad installare un ca@#@o di filtro antispam locale, magari hai litigato con l'amministratore di rete della gdf....

NO! Cosa fa lui? Nella pagliaccesca italianità, attenzione arriva la bomba mettete a letto i bambini...messi a letto?

"Cosa deve fare per evitare che migliaia di venditori finanziari, viagra, ecc...Lei cosa fa si rassegna o...?"
"No, io l'ho presa con estrema filosofia, perdo qualche minuto al giorno, poi se andiamo a sommare alla fine dell'anno ho perso una giornata, li elimino senza troppa agitazione...omissis"

Cioè questo si rassegna?

E' come se un poliziotto ti dicesse "Eh, ma sai con tutte queste truffe, mi limito solo a registrare le denunce, non posso più indagare o provare a prevenire"

E qual'è la cosa più triste? Qual'è? Che lo paghiamo noi con le nostre tasse e questo perde un giorno all'anno a eliminare spam.

E se qualcuno, radio24, il gat, Rapetto stesso hanno qualcosa da dire, lo dicano, o tacciano per sempre.

P.S. la chicca finale sui filtri che sono troppo rigidi perchè "basta una parola per pescare il messaggio e metterla nei messaggi indesiderati": solo una parola per Rapetto bayesiani

Perchè in questa cacchio di Italia chi è al potere almeno sappia di cosa sta parlando.

Buonanotte.

6 commenti:

Blackstorm ha detto...

Sa iqual è il problema vero? Che tu Rapetto non lo conosci.

Umberto Rapetto ha detto...

1) non adopero la mail ufficiale
2) non me ne frega niente di chi "spamma" la mia mailbox
3) non perdo un giorno di lavoro all'anno ad eliminare lo spam perchè lo faccio quando sono a casa :-)
4) in merito a "Perchè in questa cacchio di Italia chi è al potere almeno sappia di cosa sta parlando" vorrei dire che non sono al potere e so davvero e meglio di te - caro Jack - di cosa stiamo parlando
5) mi scuso per la replica tardova ma solo ora ho trovato questa cazzata e solo ora ho risposto (verrebbe da chiedersi chi sei tu, ma vale quello che diceva il Marchese del Grillo)
hasta luego
Umberto Rapetto

max-buck-office ha detto...

Premesso che sono sempre dalla parte delle Forze dell'Ordine e non assolutamente dall'altra. Bravo, sei riuscito a scomodare Umberto Rapetto e dalla risposta hai colpito nel segno. Poi visiterò anche blackstorm perchè non capisco esattamente cosa voglia difendere con un intervento così stringato. Ciao

Jack ha detto...

Sinceramente, la risposta di un ufficiale della Guardia di Finanza, se è lui, mi delude ma tant'è.

Non devo nemmeno rispondere a chi dice che non ha potere. Tutti hanno un potere, chi più piccolo, chi più grande.

Non nascondiamoci dietro queste scuse puerili, allora se non hai potere perchè non ti dimetti? Non perderesti niente, vai in pensione e leggi dei libri o coltiva la tua vigna.

Perchè hai fatto tanta fatica per arrivare dove sei? Per non avere potere? Non IL POTERE tanto per averlo, ma potere per riuscire a cambiare le cose, anche se di poco, per migliorarle secondo quello che tu credi, che sia giusto o sbagliato.

Se vai a lavorare tutte le mattine, non hai potere per cambiare niente, nemmeno nel piccolo, e continui a essere felice, beh, tanti auguri. Io non sono così.

Anonimo ha detto...

non capisco tutto questo astio verso 1 persona (Rapetto) che mette assione volonta' e professionalità nel proprio lavoro che senso abbia.si vede chiaramente che chi scrive queste cose o non conosce Rapetto o ha voglia solo di alzare uno stupido polverone

Jack ha detto...

Ti ringrazio del commento.

Io Rapetto non lo conosco di persona.

Ritengo però quello che abbia detto nella trasmissione sia impreciso e fuorviante.

E siccome io ho fiducia nelle istituzioni e nelle forze dell'ordine e ritengo debbano, soprattutto in un momento come questo, dare indicazioni di come ci si deve proteggere da tutte le furberie in cui si può incappare, ho scritto che non sono questi i segnali da dare.

In particolare contestavo la stupidità di dover cancellare lo spam a mano quando esistono strumenti automatici, gratuiti e abbastanza facili per evitare il problema.

Mi ha dato molto fastidio anche l'impressione che io ho avuto ascoltando la trasmissione, cioè quel senso di impotenza, di impossibilità di contrastare le cose che non mi piacciono.

E se questi segnali vengono da Rapetto, non da un Tizio qualunque, mi danno ancora più fastidio.

Come se un professore di matematica ti dicesse: "eh, questo problema non viene, ne facciamo un'altro".

Ciao.